Ricette vegetali primaverili

22 Maggio 2024

Da Ziga Bistrò puoi trovare sempre ricette ed ingredienti freschi e di stagione.
Un modo originale e creativo per provare e apprezzare la cucina vegetale.
La primavera è il periodo perfetto per apprezzare le verdure verdi come gli agretti, gli asparagi o i baccelli.
Vediamo insieme alcune idee per gustarli al meglio!

3 modi di preparare gli agretti

Gli agretti, anche conosciuti come barba dei frati, sono un ortaggio tipico primaverile da esaltare in tanti modi diversi.

Come prima cosa ricordatevi sempre di sciacquare accuratamente gli agretti sotto acqua corrente e di eliminare la parte finale del gambo, circa 2 cm, più dura e le foglie rovinate.

Tre modi deliziosi per cucinare gli agretti:

  1. Agretti lessati con condimento semplice: tuffare gli agretti nell’acqua bollente e cuocerli per 3-5 minuti, scolateli e conditeli con olio e limone, oppure con olio aglio e peperoncino o per un quid orientale provate con salsa di soia e semi di sesamo.
  2. Agretti saltati in padella con aglio e peperoncino: dopo averli scolati dall’acqua bollente, in una padella scaldare un filo d’olio extravergine d’oliva e soffriggere l’aglio tritato e il peperoncino, aggiungere gli agretti e saltare in padella per 5-7 minuti, mescolando spesso, finché non saranno ben insaporiti. Condire con sale e pepe a piacere, servire caldi come contorno o antipasto.
  3. Torta salata rustica con agretti e ricotta: preparate una pasta brisè semplice all’olio d’oliva (o acquistatene una già pronta), stendetela e farcitela con agretti lessati e tritati grossolani e mescolati con ricotta, due uova, il parmigiano grattugiato, sale, pepe e noce moscata a piacere.
    Cuocere in forno per circa 30-35 minuti, o fino a quando la pasta sarà dorata e il ripieno compatto. Sfornare e far intiepidire leggermente prima di servire.

Per un gusto più intenso, potete aggiungere un pizzico di dado vegetale all’acqua di cottura degli agretti.

Se preferite un sapore più deciso, potete soffriggere gli agretti in padella con olio, aglio e peperoncino prima di condirli.

3 modi di cucinare gli asparagi che non conoscevi

  1. Mai provati gli asparagi in tempura croccante con salsa viola?
    Un antipasto o un contorno elegante e saporito, perfetto per una cena speciale.
    Vi basterà tagliare gli asparagi eliminando la parte finale più dura e preparare una pastella leggera con farina e acqua fredda.
    Immergere gli asparagi uno alla volta nella pastella per tempura, ricoprendoli completamente.
    Friggere gli asparagi in olio caldo per 2-3 minuti, o fino a doratura.
    Scolare gli asparagi su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
    Per la salsa viola: frullare lo yogurt greco con la barbabietola precotta, il succo di limone, sale e pepe fino a ottenere una crema liscia e omogenea.
    Servire gli asparagi in tempura caldi con la salsa viola a fianco.
  2. Risotto cremoso agli asparagi con gambi di cipollotto croccanti: un primo piatto raffinato e ricco di sapore, ideale per un pranzo domenicale.
    Lavare e asciugare gli asparagi. Tagliare la parte finale del gambo più dura e pelare i gambi bianchi se necessario. Tagliare le punte degli asparagi a rondelle e tenere da parte.
    Preparate il risotto come sempre, a 5 minuti dalla fine della cottura, unire i gambi degli asparagi tagliati a pezzetti e cuocere insieme al riso, a parte tagliate a rondelle le parti verdi finali dei cipollotti e fatele soffriggere in padella con olio di sesamo.
    Spegnere il fuoco, mantecare il risotto con il parmigiano grattugiato e un filo d’olio d’oliva.
    Servire il risotto ben caldo, guarnendo con il cipollotto croccante.
  1. Asparagi come perfetto contorno: non fate mai bollire gli asparagi
    Il modo migliore per cuocerli è lasciarli croccanti e quindi fateli saltare in padella con aglio, olio e peperoncino o abbrustoliteli in forno con pan grattato e parmigiano grattugiato.

Baccelli: come non sprecare nessuna parte

I baccelli di diverse verdure, come piselli, fagiolini e fave, spesso vengono scartati e considerati un rifiuto da cucina.
In realtà, si tratta di una preziosa risorsa alimentare ricca di nutrienti e gusto che può essere utilizzata in diversi modi per creare piatti deliziosi e sostenibili.

Ecco alcune idee per non sprecare nessuna parte dei baccelli:

  • Brodo vegetale ricco di sapore e nutrienti. Basta lavarli bene, tagliarli a pezzi e metterli in una pentola con acqua fredda. Aggiungere altre verdure come cipolle, carote e sedano, se desiderato. Portare a bollore, abbassare la fiamma e cuocere a fuoco lento per circa 30-40 minuti. Filtrare il brodo e utilizzarlo per preparare zuppe, minestre, risotti o altri piatti.
  • Insalate e contorni: i baccelli più teneri, come quelli dei piselli e dei fagiolini, possono essere consumati crudi in insalate o come contorno. Basta sbollentarli leggermente in acqua salata per qualche minuto, scolarli bene e condirli con olio d’oliva, limone, sale e pepe. Si possono aggiungere anche altri ingredienti come pomodori, cetrioli, erbe aromatiche o noci tritate.
  • Ripieni per torte salate e pasta: tritarli finemente o frullarli e mescolarli con ricotta, formaggi grattugiati, erbe aromatiche e spezie. Utilizzare questo composto per farcire torte salate, lasagne, cannelloni o ravioli.
  • Salse e creme: sbollentarli in acqua salata, scolarli e frullarli con un filo d’olio d’oliva, un pizzico di sale e pepe, aglio o altri aromi a piacere. Utilizzare questa salsa per condire la pasta, il pesce o la carne.
  • Snack croccanti: i baccelli più spessi, come quelli delle fave, possono essere trasformati in snack croccanti e saporiti. Lavarli bene, tagliarli a striscioline e condirli con olio d’oliva, sale, pepe e spezie a piacere. Disporli su una teglia da forno e cuocerli a 180°C per circa 15-20 minuti, o fino a doratura.

Passate a trovarci per un pranzo, un brunch, una colazione, un aperitivo o una cena per trarre spunto da tantissime idee di cucina vegana e vegetariana.
Siamo in centro a Verona!